settembre

duemilaventitre

“Fintanto che l’uomo continuerà
a distruggere senza sosta tutte le forme di vita,
che egli considera inferiori, non saprà mai cos’è la salute
e non troverà mai la vera pace.”

PITAGORA

DIVERSAMENTE ABILI

I volontari della Protezione Animali si occupano di tanti animali bisognosi. Cani, gatti, animali selvatici, animali appena nati o anziani, malati o vittime di violenza e anche animali diversamente abili.

Un animale può essere diversamente abile per tanti motivi:

  • perché nasce con disabilità
  • per incidenti
  • per maltrattamenti
  • per malattia
  • per vecchiaia

Nei rifugi sono innumerevoli le storie di animali con disabilità e non tutte a lieto fine.

Gli animali con disabilità hanno bisogno di una gestione particolarmente accurata e i volontari si impegnano costantemente per trovare il modo più adatto per ogni loro protetto. Sono innumerevoli le storie che possiamo raccontare:

BOOK è stato portato al rifugio Enpa di Agrigento quando era un cucciolo, perché non vedente. I volontari gli hanno fatto conoscere ogni angolo del rifugio e da tanti anni Book vive in simbiosi con Caterina, la sua amica del cuore, che segue in ogni momento e con la quale gironzola per i prati intorno al rifugio, senza problemi, vedendo tutto con gli occhi di Caterina e quelli del suo dolcissimo cuore.

Il piccolo GINO è affetto da spina bifida, una rara malattia genetica. Proprio per via di questa disabilità causata dalla malattia, Gino è stato abbandonato dalla famiglia che lo aveva accolto da cucciolo. E’ un cagnolino fragile, che ha bisogno di un accudimento quotidiano, molto impegnativo riguardo all’igiene, per via della grave incontinenza; viene alimentato con cibo specifico ed è indispensabile fare attenzione affinchè eviti giochi irruenti e i salti, che risulterebbero molto rischiosi per la sua schiena. Gino è una creatura meravigliosa, del tutto ignara dei suoi problemi di salute così particolari da aver scelto per lui non un rifugio ma una casa famiglia dove ci sono altri cagnolini portatori di handicap come lui. Gino è vigile e intelligentissimo, risponde ubbidiente quando gli viene chiesto di andare nella sua cuccia/fagiolino, perché è ora di riposare o si fionda contento quando viene chiamato fuori, in giro per il prato. Vedere che, col giusto accudimento, riesce ad avere una vita piena di stimoli malgrado i suoi seri problemi; vederlo giocare con i compagni, correre spensierato e cogliere il suo sguardo che mostra quanto ora si senta al sicuro, è per noi davvero impagabile.

ISA è arrivata al rifugio Enpa di Perugia in gravi condizioni in seguito ad un incidente, che l’ha lasciata paralizzata. Da qualche anno cammina grazie a un carrellino e i volontari e i quattrozampe del rifugio sono la sua famiglia. E’ talmente sprizzante di vitalità che non si può immaginare che tutta quella gioia sia accompagnata da un assiduo accudimento quotidiano. Le volontarie ogni giorno le dedicano tutto il tempo necessario per lavarla, metterle le creme nelle parti paralizzate, adagiarla fuori dal box nelle zone dove può trascorrere, in assoluta sicurezza, la giornata insieme agli altri cani.

Queste sono solo alcune delle tante storie di animali disabili, che vivono nei rifugi Enpa. I volontari si occupano di loro in tanti modi e con particolari riguardi: li puliscono, cambiano i pannoloni, rivestono le cucce e i box affinché i non vedenti non si facciano male sbattendo contro le pareti, allestiscono pedane per facilitare la deambulazione, somministrano quotidianamente medicinali; creano per tutti, tanti momenti giocosi. I rifugi diventano per questi animali l’unica possibilità di avere una vita dove possono avere accudimento, affetto, cure, per tanti la loro unica possibilità di famiglia.

A volte capita che nei rifugi arrivino quelli che chiamiamo “angeli custodi”, persone che portano a casa con sé animali molto anziani oppure portatori di gravi handicap, per donare loro il calore di una famiglia. Ci sono anche molte persone che pur di dare il loro aiuto, lo fanno anche da lontano, tramite l’adozione a distanza, un modo per essere concretamente vicini a tanti animali, perché le donazioni diventano preziose per acquistare tutto quello che serve affinché gli animali nei rifugi, possano avere una quotidianità con amici veri che li amano, si prendono cura di loro, si preoccupano di donare loro una vita degna. 

Scarica il calendario e usalo come sfondo del desktop

UN PICCOLO GESTO PUÒ FARE MOLTO​

Come ci puoi aiutare?

Enpa conta su una rete nazionale di Guardie Zoofile, Volontari e Soci. Persone che, come te, hanno a cuore gli animali di qualunque specie e contribuiscono in modi diversi alla stessa missione: proteggerli e aiutarli.
È questa, la forza dell’Enpa!
Fanne parte anche tu: il tuo aiuto si trasformerà nei gesti quotidiani di coloro che si prendono cura di migliaia di trovatelli in tutto il Paese.