Marche, cinghiali. Associazioni: abbattimenti sono inutili, serve la prevenzione

Nota stampa firmata da:

AMICI ANIMALI – ANTA Ancona – BALZOO – ENPA Marche – LAV Ancona – MOVIMENTO ANIMALISTA –  OIPA Ancona – WWF Ancona

 

“Rimaniamo a dir poco sconcertati dal fatto che il Sindaco ha voluto accogliere le proposte dei cacciatori – portatori di interessi privati – e non rivolgersi invece al mondo scientifico, tema a cui dovrebbe invece ricondursi la gestione faunistica – autorizzando trappolamenti e uccisioni del tutto inutili dal momento che non si farà altro che liberare spazio: la natura e le popolazioni animali non sono oggetti inanimati.

Questo il commento delle associazioni animaliste ed ambientaliste che entrano nel merito della questione relativa alla presenza del cinghiale in città e alla sua gestione dopo gli articoli apparsi sui media sull’ordinanza del sindaco Silvetti relativa alla cattura (e ammazza) cinghiali.

“Certo, è più facile far credere alle persone meno preparate che eliminando gli animali si elimina il problema. Nulla di più falso! Oltre 25 anni di abbattimenti e uccisioni non hanno mai risolto nulla, mentre occorre ragionare in maniera globale e scientifica anziché far proporre delle “soluzioni” proprio ai cacciatori, gli ultimi interessati a risolvere la situazione in quanto portatori dei propri interessi privati.”

Secondo le associazioni, la strada da perseguire è quella indicata dal mondo scientifico, consapevoli che si tratta di un fenomeno molto complesso. “CI si lamenta della presenza di cinghiali e di lupi, ma nei loro “habitat” – ovvero la campagna e la montagna, e persino nei parchi – gli esseri umani continuano a disturbare con attività impattanti – mountain bike, fuori pista, persino moto nei sentieri, pic-nic, spettacoli per non parlare della caccia e relativi spari ovunque. In questo quadro, gli animali si sposteranno nelle città e nelle periferie, dove trovano rifiuti e risorse. La strada è quindi nella prevenzione: per la sicurezza stradale occorrono dossi e dissuasori anti-attraversamento, e recinzioni nei punti più sensibili, per i cittadini serve una corretta informazione, e poi occorre agire per una diversa gestione dei rifiuti – unanimemente riconosciuta come causa scatenante dei cinghiali in città. Ma soprattutto occorre una visione globale, in una regione e in un comune che continuano a cementificare e sottrarre territorio naturale.

“Chiediamo al sindaco Silvetti che non vi siano inutili stragi, evitabili catturando gli esemplari e traslocandoli in un’area esterna alla città, sterilizzandoli, ma al contempo di dimostrare un cambiamento di rotta interpellando il mondo scientifico e i soggetti portatori di interessi pubblici, come la Consulta animalista al comune creata anche con questo scopo, per lavorare seriamente per soluzioni non solo più etiche, ma realmente efficaci.”

Facebook
Twitter
LinkedIn
https://enpa.org/products/slot-server-amerika/ https://enpa.org/products/slot-server-asia/ https://enpa.org/products/slot-server-china/ https://enpa.org/products/slot-server-eropa/ https://enpa.org/products/slot-server-filipina/ https://enpa.org/products/slot-server-hongkong/ https://enpa.org/products/slot-server-internasional/ https://enpa.org/products/slot-server-jepang/ https://enpa.org/products/slot-server-kamboja/ https://enpa.org/products/slot-server-luar/ https://enpa.org/products/slot-server-macau/ https://enpa.org/products/slot-server-malaysia/ https://enpa.org/products/slot-server-myanmar/ https://enpa.org/products/slot-server-rusia/ https://enpa.org/products/slot-server-sensasional/ https://enpa.org/products/slot-server-singapore/ https://enpa.org/products/slot-server-taiwan/ https://enpa.org/products/slot-server-thailand/ https://enpa.org/products/slot-server-vietnam/